Luoghi di interesse

Natale a Peschiera del Garda

14/12/2017

natale a peschiera

Non sapete cosa fare nel periodo Natalizio? Il lago è sempre molto gettonato d’estate ma ovviamente nel periodo invernale è meno frequentato. Oggi vi parliamo di una possibile meta, Peschiera del Garda.

Una bella domenica di sole, anche se fredda, è l’occasione giusta per fare un salto. Veloce da raggiungere, sia in auto con il casello dell’autostrada, sia in treno, offre diversi spunti di interesse anche nel periodo invernale. Spesso è un paese di passaggio, per chi si reca nei grandi parchi limitrofi, ma fermatevi e non ve ne pentirete!

Intanto ricordiamo che è situata in provincia di Verona ma al confine con la provincia di Brescia, dove il lago di Garda trova il suo emissario, il fiume Mincio.


Piccola prefazione storica tratta da Wikipedia. “Grazie alla sua particolare collocazione geografica di collegamento tra l’area alpina e la pianura padana, Peschiera ha giocato nel corso della storia un ruolo di rilevante importanza. Già da allora l’area era al centro di scambi e commerci.
I primi insediamenti in quest’area sono datati intorno all’età del Bronzo, di cui rendono testimonianza alcuni siti palafitticoli e diversi reperti archeologici. Sono stati riconosciuti almeno sette villaggi palafitticoli. I due più importanti sono denominati Imboccatura del Mincio e Bacino Marina dove furono trovati in abbondanza materiali ceramici, andati persi quasi tutti, e in metallo. Il periodo del ritrovamento, dal 1851, fu in coincidenza del rinforzo dei bastioni da parte degli austriaci, come austriaci furono i primi rilievi fatti da Keller e dall’archeologo barone von Sacken. Peschiera ha dato il nome ad un periodo cronologico recente dell’età del Bronzo: Peschiera-Zeit

La città romana, dal nome di Arilica, era situata nell’attuale centro storico ed era un vicus, soggetto come Verona alla tribù Poblilia, sulla via Gallica. Plinio il Vecchio, riguardo alla città, descrive l’abbondanza del pescato complice l’uscita dell’acqua dal lago verso il fiume Mincio. Sembra che lo stemma comunale nasca proprio da queste condizioni favorevoli, due anguille d’argento con una stella d’oro. È attorno all’VIII-IX secolo che Arilica cambiò nome in Peschiera. Pare che durante la catastrofica invasione degli Ungari (899), Peschiera abbia permesso allo sconfitto re d’Italia Berengario I di sopravvivere e riprendere il proprio ruolo.

Dopo di allora la città fu legata nei destini a filo doppio con Verona. Nel 1262 con l’elezione a Capitano del Popolo del futuro Mastino I della Scala (Leonardino), Peschiera diventò un punto vitale per la Signoria Scaligera, con un breve intervallo iniziale sotto il dominio del sanguinario Ezzelino da Romano. Tantoché la fine della signoria fu frutto anche della caduta della città nel 1387 per mano di Gian Galeazzo Visconti signore di Milano e figlio di Regina della Scala. La Repubblica Veneta entrò in possesso di Peschiera nel 1440 per mano di Francesco Sforza, al soldo della Repubblica di Venezia. La parte più importante delle mura fu eretta a partire dal 1549 su progetto di Guidobaldo della Rovere, duca di Urbino, vi furono anche progetti di Michele Sammicheli e Anton Maria Lorgna. Peschiera è una città murata con la presenza stratificata di molti progetti fin dal VI secolo; possiede quindi un sistema di mura fra i più completi in Italia che ha mantenuto la caratteristica di essere circondata dall’acqua. Il fatto di essere una città militare comportava aspetti diversi, fra cui le servitù militari che, sempre più pesanti, strozzavano e indirizzavano l’economia verso canali via via più stretti.

Nel 1815, al Congresso di Vienna, passò al Regno Lombardo-Veneto. Entro così a far parte del poderoso sistema difensivo del Quadrilatero. Fu conquistata dai piemontesi il 30 maggio 1848, ma passò all’Italia solo nel 1866 con il trattato di Praga, dopo la III guerra d’indipendenza. Il passaggio all’Italia avvenne con una triangolazione: l’Austria cedette il Veneto alla Francia che subito lo passò all’Italia.

Il comune fu denominato fino al 1930 Peschiera sul Lago di Garda.”


Vista la rilevanza storica del paese, diversi i luoghi di interesse: dalle porte di ingresso al centro storico (Porta Verona e Porta Brescia), la cinta muraria, le palazzine militari e molto altro. Da fare è anche una visita al Santuario della Madonna del Frassino, situato a pochi chilometri dal centro storico. Diverse le fortificazioni presenti nel territorio comunale.

Ma la nostra intenzione è di presentarvi una visita a Peschiera del Garda in periodo natalizio.

peschiera natale

Oltre ad una visita generale del paese o una passeggiata lungolago, per godere della tranquillità del lago nel periodo invernale, cosa si può fare?

  • Dal 2 al 17 dicembre nel sottotetto della caserma di artiglieria di Porta Verona, possiamo trovare un bellissimo mercatino di Natale, il cui ricavato andrà alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus
  • Domenica 10 e domenica 17 dicembre troviamo anche “Angoli musicali di Natale” tra le vie del centro storico nel pomeriggio
  • Dall’8 dicembre al 7 gennaio un piccolo mercatino di Natale sarà situato nella restaurata piazza F. di Savoia
  • Il 31 ovviamente grandi festeggiamenti nel piazzale del Porto per una nottata all’insegna del divertimento  e  con un maestoso spettacolo pirotecnico per festeggiare la mezzanotte.
  • L’1 gennaio, sempre al Palatenda del Porto, il concerto di Capodanno con il coro “Damavoci Gospel Singers”.

Da non perdere la pista sul ghiaccio: piccola ma molto divertente per i bambini, è situata nella pizza davanti al Municipio. Sempre bello da vedere il famoso presepe subacqueo nel canale di Mezzo, visibile dal ponte poco prima di accedere al centro storico. Il 24 dicembre sarà possibile anche assistere alla posa del Gesù bambino con una sfilata di imbarcazioni alle ore 18.00.

 

È possibile anche vedere una piccola mostra di presepi scolpiti nel legno, situata in una sala di Porta Brescia: esempi di artigianato molto particolare.

Insomma se avete un pomeriggio libero, vi consiglio di fare un salto a Peschiera ad assaporare anche qui la magia della festività natalizia! Per qualsiasi info Peschiera Portale Turistico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.