Pensieri vari

L’influenza!

10/01/2018

Ormai tutti ne stanno parlando: questo inverno 2017/2018 ci ha portato una vera e propria epidemia di influenza. In tanti ci siamo già passati e tanti ancora ci passeranno visto che non è ancora terminato il picco.

Io le vacanze di Natale le ho passate chiusa in casa, non sono ancora riuscita a mettere il naso fuori dalla porta. Prima mio marito e ora io, ce la siamo presa bella pesante questa influenza. L’unica che sembra immune è mia figlia, ma probabilmente perché l’ha passata qualche settimana fa e ora il suo corpo ha reagito meglio evitando che si ammalasse ancora.

Visto il periodo vi mostro una locandina uscita sul sito della Società Italiana di Pediatria con il decalogo delle buone norme da seguire:

Ora vi voglio dare invece alcune informazioni su questa influenza. Si tratta di una forma un po’ diversa dalle altre ma non per pericolosità, perciò basta riconoscerla per non spaventarsi, anche se in ogni caso va contattato il pediatra. La durata può essere anche di 8-10 giorni, con una prima fase di febbre a 38-39 gradi che dura 3-4 giorni, poi una pausa di 1-2 giorni senza febbre e poi di nuovo febbre. È accompagnata da tosse catarrosa e talvolta diarrea. I bambini sembra che riescano a tollerarla piuttosto bene, riuscendo a nutrirsi e a giocare nonostante la febbre. Come per tutte le forme virali non si deve somministrare l’antibiotico: sarà solo il pediatra a prescriverlo se riterrà che ci siano complicanze o rischio che subentrino. Attenzione anche alla somministrazione degli antipiretici: il paracetamolo (Tachipirina) è tossico per il fegato se preso in dosi eccessive perciò attenzione a rispettare le ore di intervallo tra una dose e l’altra, a non superare la dose massima consentita giornalmente in base al peso e a non somministrarla sotto ai 38 gradi di febbre. Se poi il bambino è attivo e non sofferente si può anche lasciare che la febbre faccia un po’ il suo corso (fonte: Pediatra h24).

Ricordatevi di fare sempre affidamento al vostro pediatra: noi siamo qui per darvi dei consigli e delle informazioni di base, ma la salute dei vostri bambini è il bene più prezioso che avete, va preservata e affidata a medici competenti!

Buona guarigione a chi come me è ancora convalescente, e buona prevenzione a chi farà tesoro dei consigli che vi abbiamo dato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.