Interviste

Nido in famiglia – 8 domande per crescere insieme

18/08/2017

nido in famiglia

Oggi intervistiamo l’educatrice Irene Cappa

L’intervista.

1. Cos’è un nido famiglia esattamente? Riceve bimbi in quale fascia di età? Che aperture fa, come orari e giorni?

È un servizio rivolto alle famiglie che hanno bisogno di uno spazio dove lasciare il proprio figlio e che cercano un ambiente più famigliare e di dimensioni ridotte. Il nido in famiglia riceve bambini dai 3 mesi ai 3 anni, secondo le modalità concordate con la famiglia.

Apertura annuale, da settembre a giugno, secondo le modalità concordate con la famiglia.

Apertura giornaliera, 6 ore continuative con fornitura pasti.

2. Quante persone lavorano in un nido famiglia e per quanti bimbi massimo?

La ricettività è di un massimo di 5 posti. Non c’è rapporto tra educatore e bambini.

3. Com’è organizzata la giornata tipo? I bimbi vengono spesso portati fuori? E se sì, da chi? Il pranzo da chi è preparato? 

Premetto che ogni nido in famiglia si gestisce in base alle necessità di ogni famiglia. La giornata tipo del mio nido in famiglia è organizzata in questo modo: l’entrata (7.30/8.30) -bagno (9.00) – merenda (9.30) – attività (10.00-11:00) – pranzo (11.30) – uscita (12.30/13.00) -sonno (13.30-15.30) – merenda (16.00) – uscita (16.30/17.30). I bambini vengono sempre portati in giardino (tranne quando piove) dall’educatrice. Il pranzo è preparato sempre dall’educatrice o da una persona che può aiutare.

4. Come vengono affrontati temi quali lo svezzamento e togliere il pannolino? Viene cercata una sinergia con i genitori nell’affrontare questi importanti momenti?

Prima di tutto si valutano le competenze del bambino, poi si cerca una linea comune con i genitori.

5. Se una persona volesse aprire un nido famiglia, qual è l’iter da seguire? È necessaria una qualifica o seguire determinati corsi di preparazione?

In Lombardia bisogna fondare un’Associazione Culturale tra i genitori che chiedono questo servizio, avere spazi adeguati, redigere un progetto educativo. Non è necessaria una qualifica.

6. L’abitazione che caratteristiche deve avere per poter essere adibita a nido famiglia?

Non è richiesta alcuna modifica strutturale all’abitazione.

7. Esistono dei finanziamenti per l’apertura di un nido famiglia? Dipende dalle regioni?

Dipende dalle regioni, ad oggi in Lombardia non c’è nulla.

8. Perché scegliere un nido famiglia? Che vantaggi può offrire rispetto ad un tradizionale nido?

Il nido in famiglia offre un approccio più famigliare e ristretto, offre più flessibilità e costi più contenuti.

Presentazione del professionista.

Nome e Cognome: Irene Cappa

Professione: Educatrice

Laurea e/o altri attestati di interesse: Laurea triennale in scienze dell’educazione

Esperienze professionali di interesse: Educatrice asilo nido, servizio civile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.