La crescita e dintorni

Il massaggio del neonato

13/08/2017


Con le mamme del corso pre parto al quale ho partecipato nel mio paese si è parlato di fare un corso sul massaggio del neonato. Ammetto che mai ne avevo sentito parlare e non sapevo di cosa si trattasse. Ho comunque deciso di farmi coinvolgere, sia per imparare una cosa nuova sia per interagire di più con la mia piccola neonata. Questo secondo me è un punto importante, perché nel post parto la sensazione di non conoscere il proprio figlio è naturale ed è frequente: dopotutto, anche se è stato 9 mesi dentro di noi e l’abbiamo partorito, ogni giorno ci si conosce e si impara a interagire, in fondo è un faccino che non abbiamo mai visto prima e ha un carattere che non conosciamo, non c’è nulla di male nel voler ammettere e accettare che abbiamo bisogno di conoscere il nostro bambino. Non essendo diversa dalle altre mamme, anch’io sentivo il bisogno di conoscere e interagire con la mia bambina e un corso sul massaggio del neonato mi è sembrata una buona opportunità.

Abbiamo contattato una ragazza che si è formata presso AIMI (Associazione Italiana Massaggio Infantile – https://www.aimionline.it/) e abbiamo preso accordi per iniziare il corso. Io e la mia piccola Maia abbiamo iniziato quando lei aveva due mesi, in quanto prima sarebbe stato troppo presto mentre più tardi è un po’ più complicato perché i bimbi si muovono molto di più e sono più propensi ad esplorare che a restare fermi a farsi massaggiare.

Il corso era strutturato in 5 incontri di un’ora a cadenza settimanale. Il primo incontro per metà è servito a conoscerci (eravamo 5 mamme) e a capire di cosa si tratta e quali sono i benefici del massaggio neonatale, in seguito e in tutti gli altri incontri ci siamo dedicate a imparare a massaggiare i nostri bambini. Ora quindi vi voglio fare un’introduzione al massaggio del neonato e raccontarvi la mia personale esperienza e opinione.

Sul sito di AIMI si trova scritto: “Il massaggio del bambino è un’efficace strumento attraverso cui rafforzare la relazione con i nostri bambini, non si tratta quindi di imparare una tecnica ma di affinare una attitudine: un modo di comunicare profondo con il proprio bambino.” Questo sostanzialmente è il concetto di cui vi parlavo prima, cioè interagire e conoscere il nostro bambino, ed effettivamente confermo che il contatto fisico attraverso il massaggio è un contatto estremamente diverso rispetto a quello obbligato del prendersi cura del bimbo (es. cambio pannolino o bagnetto).

Attraverso il massaggio andiamo a stimolare, rilassare e dare sollievo ai nostri bambini. Oltretutto un aspetto importante è che il tempo che si dedica al massaggio è un tempo prezioso nel quale mamma e figlio si dedicano uno spazio tutto loro al di fuori delle necessità che nei primi mesi invadono prepotentemente la vita creando una routine fatta di poppate, cambi pannolino e pianti che si susseguono incessantemente giorno e notte. Anche la mamma più equilibrata può avere dei cedimenti emotivi di fronte a esigenze così incalzanti. Il massaggio quindi è uno spazio che esce dalla routine, dove madre e figlio si possono dedicare un tempo tutto loro.

 

Un altro aspetto importante del massaggio è l’aiuto concreto che da ad alleviare il dolore delle coliche. Mia figlia ne ha sofferto per i primi tre mesi e mezzo, purtroppo iniziava con i dolori la mattina e ne soffriva fino a sera. Grazie al massaggio ho potuto aiutarla molto. Non fa passare le coliche, ma aiuta a scaricare l’aria e le feci, riducendo il dolore.

In conclusione, quando ho iniziato il corso mi sono accorta che non conoscevo il corpo della mia bambina, non lo sentivo familiare. Attraverso il massaggio ho interagito con lei fisicamente, grazie al tocco delle mani, ed emotivamente, grazie a quel momento e quello spazio solo nostri che mi hanno aiutata a creare un legame più profondo con lei. Consiglio assolutamente di frequentare un corso con i vostri piccoli! Qualcuno di voi ha frequentato un corso e ci vuole raccontare la sua esperienza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.