Pensieri vari

E il quarto?

23/07/2017

famiglia altro bambino

è lecito pensare ad un altro bambino?

“che belle bimbe….eh ma ora bisogna fare il quarto” io serena “chissà” . Facce sbigottite. Silenzio (manco dovessero farli loro i bimbi o tenermeli o aiutarmi in qualche modo). “No dai, non scherziamo, tre sono già un bel numero, non vorrai davvero fare il quarto? E poi?”

E poi cosa? mi chiedo. E se volessi anche il quarto? La gente non se ne capacita. Ma non solo, vuole dirti che non è d’accordo, che non devi farne altri. Il tre, in fondo, è il numero perfetto. Ma poi, dico io, devo chiedere il permesso? Perché alcuni, più o meno gentilmente, mi dicono proprio che non è il caso. Ripensaci. Fermati. STOP!

Fatevene una ragione, mi piacciono i bimbi, adoro le famiglie numerose, certo da qui a farne 10/12 di bambini, ce ne passa, ma fare il quarto (se io e mio marito lo vorremo) non mi pare proprio un’assurdità. Per cui, pace all’anima vostra, forse un giorno arriverà. Forse no. L’unica certezza è che lo decideremo noi.

Poi certo, uno prende in esame la sua situazione economica, magari ci pensa e ci ripensa….a pensarci troppo probabilmente nemmeno la terza sarebbe venuta. Sono pensieri che comunque, umanamente, affrontiamo tutti, giungendo a conclusioni diverse perché ogn’uno di noi ha la sua vita, la vuole vivere in un certo modo e fa le sue scelte. Non si parla di giusto o sbagliato. Si parla di scelte.

Ho sentito un discorso fra due nonni qualche settimana fa, la figlia di uno dei due ha tre bimbi. Questo racconta che sono andati a prendere un paio di scarpine per il medio, spesa 150 € ”eh i bimbi costano” sentenziano. Assolutamente d’accordo: i bimbi costano. Ecco, però, io 150 € non li ho mai spesi nemmeno per scarpe mie, da giovane e piena di belle speranze. Liberissimi di farlo, sia chiaro, se uno può ci mancherebbe. Però evitiamo di far passare il messaggio che si spende per forza quella cifra, risparmiare si può. Il dialogo continua e l’altra nonna “ah io sono la terza di tre sorelle (che poi vedi che tre figli li fanno in molti!) e ai miei tempi mia sorella passava i vestiti alla seconda e così via, ormai non si può più far così” Mi volevo girare ed intervenire. Non l’ho fatto. È giusto che ogn’uno pensi liberamente.

Io liberamente non concordo però. Non vedo nulla di male nel passarsi le cose, se non rovinate ovviamente. È ovvio, che salvo abbiate grossi introiti, per avere più di un figlio qualche sacrificio è necessario ma credo non pesante, se affrontato con naturalezza e serenità.

Le mie figlie non faranno probabilmente mai grandi vacanze in luoghi paradisiaci, non avranno abbigliamenti di marca super costosi, non riceveranno mille mila regali (che già comunque ne ricevono fin troppi)….ma saranno insieme, avranno delle sorelle su cui appoggiarsi per la vita. Cercherò di insegnare loro, a ciascuna di loro, giorno per giorno, che dovranno sempre esserci l’una per l’altra e non saranno mai sole. Io ho una meravigliosa sorella, parte integrante della mia vita, più grande regalo dei miei genitori. E scusate se è poco.

Se verrà un quarto figlio/a avrà la stessa stupenda eredità. E voi che ne pensate? Quanti figli avete o quanti ne vorreste?

Vi inserisco lo spot della Coca Cola Argentina “il bello di essere genitori” perché lo trovo stupendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.