Luoghi di interesse

Caravaggio Experience Desenzano

22/07/2019

Un caldo sabato mattina di luglio, io e mio marito, abbiamo optato per una gita diversa dal solito: portare le nostre tre bambine a vedere una mostra di Caravaggio, un po’ alternativa.

Intanto vi do alcune spiegazioni della mostra.

Il Gruppo MilanoCard e Medialart, in collaborazione con il Comune di Desenzano, presentano, da Lunedì 13 Maggio a Domenica 13 ottobre 2019,Caravaggio Experience, un viaggio esplorativo ospitato nella straordinaria cornice del Castello di Desenzano alla scoperta delle tecniche, dei temi e dei segreti di uno dei più grandi innovatori della storia dell’arte.
 
Grazie alla regia di Stefano Fomasi, fondatore di The Fake Factory, una spettacolare videoinstallazione immergerà il pubblico in cinquantotto opere e nella vita di Michelangelo Merisi attraverso un’iniziativa totalizzante da un punto di vista estetico, ma anche emotivo e sensoriale. I visitatori, per la durata di cinquanta minuti, prenderanno parte a uno spettacolo fatto di proiezioni, musiche e fragranze olfattive, in un’esperienza cangiante e interattiva dell’opera d’arte.
I capolavori di Caravaggio, destrutturati e variamente ricomposti, potranno essere ammirati nella loro interezza e nei dettagli più minuti grazie a una tecnologia in alta definizione che restituisce immagini nitide e cristalline, esaltando i colori, le luci e i più minuscoli dettagli. Il pubblico sperimenterà così un’innovativa modalità di fruizione e il flusso continuo di immagini offerte farà rivivere le opere al di fuori delle loro cornici.
 
La videoinstallazione è divisa in sezioni e ciascuna di esse indagherà un tema “caravaggesco”: dalla ricostruzione degli studi sulla luce, all’analisi dei processi compositivi, passando per la rappresentazione della natura e della violenza fino a un tour virtuale nei luoghi della vita del pittore.
Il mondo di Caravaggio verrà così riproposto in un’inedita chiave di lettura attraverso un’originale contaminazione mediatica: un’esperienza in cui le straordinarie opere del maestro prendono vita liberandosi dal medium originale per raccontare ai grandi, ma anche ai più piccoli la vita e l’arte di uno dei pittori più importanti della storia.

Tratto dal sito ufficiale.

Abbiamo raggiunto Desenzano ovviamente in auto, parcheggiando abbastanza vicino al castello. La mostra apre alle 11, abbiamo aspettato qualche minuto ma abbiamo potuto ammirare il castello dall’esterno intanto. Il castello per altro sarebbe visitabile, non non lo abbiamo visto.

Il costo dell’ingresso è a mio parere un po’ altino ma le bimbe, nel nostro caso, almeno non hanno pagato. Per accedervi vi sono delle scale ma ho visto che i locali erano serviti anche da un ascensore, in caso di necessità.

Le premesse erano interessanti: si possono fare foto, si può toccare, sedersi dove si vuole. Inusuale per una mostra.

L’esperienza visiva e sensoriale è anticipata da una piccola stanza totalmente dedicata all’introduzione dell’artista: ci sono video e testi che parlano del Caravaggio, della sua vita e delle sue opere.

Quindi si accede alla sala principale delle proiezioni. Qui si trovano alcune sedie disposte nel centro a guardare i vari lati della stanza: le proiezioni vengono fatte ovunque. Una nota: quando siamo andati noi eravamo poche persone (noi cinque più altre tre), si stava molto bene. Non so se vi siano limiti di ingresso in caso di maggior affluenza.

Le proiezioni permettono di osservare e capire meglio i quadri del Caravaggio (che personalmente avevo già studiato un po’ alle superiori). Dettagli, colori, luci, ombre. E’ possibile ammirare e conoscere le sue opere. Non è come vedere i quadri dal vivo, è un altro tipo di esperienza, difficile da spiegare. Un’esperienza immersiva, fatta di luci e suoni.

La nota dolente, alle bimbe non è piaciuto molto e siamo dovuti uscire un po’ prima, non potendo quindi vedere il video fino alla fine.

Vi spiego perché, errore probabilmente nostro. Le mie bimbe sono piuttosto piccole (7-5-3 anni) e piuttosto paurose. Ovviamente tutta la proiezione viene fatta in un ambiente buio (con i proiettori comunque ci si vede) ed effettivamente vedere le proiezioni molto grandi con suoni forti che coinvolgono molto la persona, nel bimbo piccolo può creare timore. Non vi dico all’uscita di Medusa…. Poi la proiezione dovrebbe durare una cinquantina di minuti, probabilmente un tempo un po’ lungo per loro. Però trattasi di cultura, male certo non gli ha fatto! Con la grande ho parlato molto (a bassa voce ovviamente) di ciò che mostravano ed è quelle che infatti ha apprezzato maggiormente.

Quindi personalmente direi: interessante per adulti e bambini però un po’ più grandicelli. Poi ovviamente è molto soggettivo, le mie bambine ripeto, sono anche un po’ paurose (per la cronaca hanno paura anche alla giostra Corsari di Gardaland, per farvi un paragone). Però ecco, bambini più grandi o ragazzi, potranno apprezzarla sicuramente di più.

Alcune info generali

Sito ufficiale Caravaggio Experience Desenzano

Pagina Facebook Caravaggio Experience Desenzano

Luogo Castello di Desenzano – Via del Castello, 63 – Desenzano del Garda


Se vi è piaciuto questo articolo, potrebbero interessarvi anche i seguenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.