Mini-interviste

Assistenza domiciliare nel puerperio

13/05/2019

5 domande per crescere insieme

Oggi intervistiamo le Ostetriche Giuditta Cobelli e Barbara Zonta

L’intervista.

1.A chi si rivolge questo tipo di assistenza? E in quale periodo viene fatta?

L’assistenza domiciliare è rivolta tutte le donne che in gravidanza o dopo il parto necessitano di un supporto ostetrico professionale e competente che le accompagni al parto o le affianchi in puerperio. L’ostetrica può inoltre accompagnare i genitori fino all’anno di età del proprio bambino affrontando insieme le nuove tappe del suo sviluppo fisico e cognitivo.

Usufruire di questo servizio è una preziosa opportunità per la famiglia che sin dai primi istanti dopo il parto o la dimissione dall’ospedale riceve un assistenza sanitaria personalizzata e disponibile; è un valido strumento per monitorare il benessere fisico e psicologico della nuova madre e dell’intero nucleo familiare. Non da ultimo, ricevere assistenza tra le mura della propria casa tranquillizza i nuovi genitori che non devono organizzare spostamenti e tutela la salute e la tranquillità del piccolo.

2. In cosa consiste? Che tipo di visite domiciliari vengono fatte e con quale frequenza?

Durante il periodo che precede la nascita del bambino vengono svolti degli incontri privati in cui si affrontano diverse tematiche: la funzione del dolore in travaglio e la sua gestione, i elementi che avvertono la donna dell’iniziale travaglio, indicazioni su come riconoscere eventuali segnali di allarme e come gestirli prontamente, il parto e le posizioni libere, la sessualità in gravidanza e il benessere del perineo, aspetti psicologici del parto e del puerperio.

Per quanto riguarda l’intervento domiciliare dopo la nascita l’ostetrica supporta la famiglia per l’avviamento dell’allattamento materno o di formula, i bilanci di salute settimanali, consigli e strategie sulla gestione del neonato nei primi periodi dopo la nascita come ad esempio la cura del moncone ombelicale e il bagnetto. L’ostetrica accompagna la crescita del neonato fino all’anno di età accompagnando i genitori attraverso le tappe dello sviluppo del proprio bambino; si affrontano insieme la gestione delle coliche, il massaggio neonatale, la ripresa dell’attività sessuale con suggerimenti sulla contraccezione, l’avvio dello svezzamento , lo sviluppo psicomotorio.

E’ possibile accedere al servizio tramite una semplice prenotazione telefonica; verrà concordato un appuntamento nel quale l’ostetrica ascolterà i bisogni dei genitori a casa loro.

3. Che vantaggi può portare ad una neomamma?

La neomamma nel ricevere assistenza a domicilio giova di molti vantaggi:

  • è a suo agio nei suoi spazi;
  • non è costretta ad uscire di casa per avere informazioni e pesare il proprio bambino;
  • vive la nuova condizione di madre in maniera positiva, l’assistenza che cerca infatti è ricevuta a casa e non in luoghi di cura/assistenza canonici(ospedale o distretto);
  • il tempo dedicatole è esclusivo e personalizzato in base alle sue esigenze e scelte di salute;
  • nella propria abitazione si sentirà più libera e disposta a condividere emozioni e sensazioni senza il timore di giudizio.

4. Che vantaggi può portare al neonato?

L’assistenza domiciliare garantisce molti vantaggi anche al bambino tra i quali :

  • il rispetto della routine e del ritmo sonno-veglia;
  • evita di entrare a contatto con adulti e bambini presenti nelle sale d’aspetto di ospedali e strutture di assistenza;
  • gli viene dedicato il tempo adeguato e un attenzione mirata al fine di offrirgli una assistenza personalizzata.

5. Quali sono gli operatori coinvolti nell’assistenza al puerperio e al neonato?

Gli operatori coinvolti nella assistenza domiciliare sono le ostetriche che con la loro formazione specificatamente orientata alla fisiologia della gravidanza, del puerperio e del primo anno di vita del bambino incarnano la migliore figura professionale di riferimento per la nuova famiglia. In caso di necessità l’ostetrica invita i genitori a rivolgersi ad altre figure professionali come il pediatra, l’osteopata,il farmacista.

Presentazione del professionista.

Nome e cognome: Giuditta Cobelli e Barbara Zonta

Professione: Ostetriche

Laurea e/o altri attestati di interesse: Laurea in ostetricia e corso di perfezionamento nella riabilitazione del pavimento pelvico. Barbara: laurea in psicologia e in ostetricia.

Pagina Facebook: Ostetrica di casa

Contatti: email ostetricadicasa@gmail.com – cel 346 2275796


Se ti è piaciuto questo articolo, potrebbero interessarti anche i seguenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.